IL BUSINESS PLAN

Sei una startup? Sei un imprenditore? Hai come obiettivo di aprire o far crescere la tua azienda? Da anni ci occupiamo della realizzazione e redazione del Business Plan, strumento che aiuta il management aziendale sia a pianificare e gestire l’azienda sia a comunicare con l’esterno, in particolare verso potenziali finanziatori o investitori.  

 

LA STORIA

La nascita di una nuova attività imprenditoriale e di qualsiasi progetto aziendale, deve essere sostenuta da uno studio di fattibilità in grado di fornire una serie di dati di natura economico-aziendale, sui quali tracciare linee guida per la costituzione dell'attività. Il Business Plan è il documento fondamentale che esaminano i finanziatori, necessario per accedere ai finanziamenti pubblici agevolati e al credito bancario. Una volta avviata l'impresa, il Business Plan diviene la guida per la gestione corrente. Esso è uno strumento utile per valutare in modo consapevole i punti di forza e di debolezza del progetto imprenditoriale, ed è uno strumento dinamico, adattabile ai cambiamenti che avvengono all'interno o all'esterno dell'impresa.  

 

LA STRUTTURA

Il Business Plan si compone di due parti: la parte iniziale, descrittiva e quella successiva, che contiene i dati economico-finanziari. Attraverso questo documento l'imprenditore valuterà come dovrà: definire i capitali necessari per avviare l'impresa, individuare le fonti di finanziamento, valutare i profitti dei primi anni di vita e valutare la situazione patrimoniale dell'impresa. Il fine è quello di fornire uno strumento che consenta di interpretare i dati raccolti nella parte descrittiva del Business Plan, disponendoli in una serie di prospetti che guidino il lettore nella valutazione del progetto e che siano al contempo gli strumenti per una presentazione professionale e accurata dello studio.

 

L'IMPRENDITORE E L'IDEA

La descrizione del progetto imprenditoriale consiste innanzitutto in una dettagliata presentazione dell'attività che si vuole avviare e della motivazione che spinge a farlo. Sarà utile far leva su tali elementi:

  • Quali bisogni si vuole soddisfare
  • Qual è il mercato in cui si vuole operare
  • Quali sono le attitudini personali e le capacità professionali che spingono l'aspirante imprenditore ad entrare in quel determinato settore
  • Eventuali paternità intellettuali (ad esempio i brevetti)

In questa sezione si va a verificare quanto la “business idea” sia conveniente, sia cioè sufficientemente remunerativa rispetto alle altre forme di investimento, e se la nuova attività economica abbia solvibilità patrimoniale, solvibilità finanziaria e redditività economica. Il progetto si potrà ritenere completato con l'analisi delle previsioni economico-finanziarie.

Lavora con noi

Compila il modulo per chiedere informazioni, un preventivo di spesa o un appuntamento per discutere un progetto, sarai presto ricontattato. Tutti i campi sono obbligatori