INTERVISTA A GERARDO URTI

di GU Capital |  30 giugno 2020

Intervista a Gerardo Urti, CEO di GU Capital, responsabile del check-up aziendale

                                                                   

  • Quali sono le fasi del check-up? 

    Le fasi del check-up in azienda sono 4: conoscitiva, di raccolta dati, analisi e presentazione dei risultati.

  • Quali gli obiettivi dell’analisi aziendale?

    Affiancare l’impresa per farla crescere, facilitare il suo sviluppo, concretizzare i suoi progetti, avvicinarla ai risultati desiderati, renderla consapevole delle sue capacità, accrescere la competitività.  

  • Quando si può richiedere il check-up?

    Sempre: in ogni momento dell’anno.  

  • Quali sono i vantaggi del check-up?

    Rivela punti di forza e punti di debolezza che non sempre sono evidenti all’imprenditore, con occhio attento al mercato.
     
  • Quali le prospettive?

    Approfondire l’analisi dei dati aziendali, guidare l’imprenditore nelle scelte gestionali più corrette, tutelarlo nei confronti di decisioni dettate dall’entusiasmo, sostenere le visioni corrette e chiarire i dubbi.

  • Qual è il ruolo di GU Capital?

    Affiancare le imprese per aprire la loro visione su se stesse e sul mondo esterno. Aiutarle nel recuperare competitività, nel consolidare i risultati raggiunti, nel potenziare le loro peculiarità e ottimizzare tempo e risorse.

  • Il check-up è un valore aggiunto per l’impresa?

    Sì, perché aiuta l’imprenditore a conoscere meglio se stesso e a guardare la propria azienda secondo prospettive diverse.

  • Offre opportunità?

    Sì, perché la conoscenza dell’impresa porta ad una maggiore sicurezza nell’utilizzo degli strumenti adatti per porsi sui mercati giusti, noi interveniamo per aiutare a stringere relazioni strategiche, con fondi di investimento (Private Equity, Venture Capital) e il confronto con il mondo del Fintech.

 

 

 

Per leggere l'articolo